Lo sapevate che

Catorci o gioielli di ruggine?

Una caratteristica che contraddistingue il mitico Bulli è quello di essere un veicolo a suo modo “povero”. Gran lavoratore e globetrotter!

Con un fine-vita che per moltissimi esemplari è stato l’abbandono nei campi, stroncato dalla fatica e dalla strada percorsa, alla mercé del tempo e delle intemperie.

In questa minigallery scovata su Pinterest troviamo un campionario di relitti davvero suggestiva: carcasse deformi divorate dalla ruggine, immerse nella vegetazione selvaggia, sospese in cima ad altri catorci, accasciate sui mozzi. Ai margini di una strada abbandonata, sulla soglie di un garage distrutto, in bilico su un precipizio, incuneate tra i tronchi d’albero. Eppure con la compostezza di chi è tranquillo di avere sempre fatto il proprio dovere